Foodpairing birra belga e formaggi francesi

Birre Belghe e Formaggi Francesi – Foodpairing di Marzo!

Quattro birre abbinate a quattro formaggi: il 10 Marzo con la Degustazione Birra Belga & Formaggi Francesi da Si-Vu-Plé un trionfo di sapori con l’eccellenza della birra belga unita ad un’altra grande eccellenza del panorama gastronomico mondiale: i formaggi francesi!

 

Disponibile il “TripelB FoodPairing Box”

Edizione Marzo (25,00 €)

• 4 bottiglie di birra belga: Het Nest KoekeDam, Mysticum+Bryggja Cosmic Ale, Brussels Beer Project Grosse Bertha, Alvinne Cuvée D’Erpigny PX.
• 4 porzioni per 2 persone di deliziosi formaggi francesi: Toma di Capra “Bichonnée”, Chaource, Vacherin Mont D’Or, Comté.

Per prenotazioni: chiamare Tripel B o Si-Vu-Plè (0114279854 o email: info@si-vu-ple.com), in base a dove si intende ritirare il pacchetto.

POCHI PEZZI DISPONIBILI: CHIAMA SUBITO!

I FORMAGGI E LE BIRRE DI MARZO

Vi proponiamo questi deliziosi abbinamenti fra birre belghe e formaggi francesi.

1) Het Nest KoekeDam & Toma di Capra “Bichonnée” stag. 10 settimane

DEGUSTAZIONE: la particolare ricetta di questa Saison la rende particolarmente adatta alla Toma Bichonnée. La freschezza della birra incontra il gusto avvolgente ma delicato del formaggio francese di capra “coccolato”!

 

Het Nest KoekeDam (Saison, 6,5%)

In pochi anni Het Nest ha saputo creare una gamma di ottime birre che presto si sono distinte nel mercato belga ed in quello internazionale, dagli Stati Uniti al Giappone.
Le otto straordinarie etichette del birrificio Het Nest, nel nome e nella grafica, si ispirano tutte alle carte da gioco in onore della loro città Turnhout, dove è stata fondata la fabbrica di carte da gioco “Cartamundi”, leader a livello mondiale nella produzione di carte per giochi da tavolo.

 

La KoekeDam (“Regina di Quadri”) si ispira al tradizionale stile Ale Saison.

Per la fermentazione è stato utilizzato un ceppo di lievito Saison francese. La combinazione di luppoli americani e di un’antica varietà di grano danno alla birra il suo carattere rinfrescante.

 

Toma di Capra Bichonnée stagionata 10 settimane

Prodotta in fattoria da Joël Thibault e suo figlio Stanislas, questa fantastica toma di capra è artigianale.

 

 

Stagionata per una decina di settimane in cantine di pietre naturale a Machecoul, la toma di capra “coccolata” (questo è il significato di “Bichonnée”) si ricopre di una bella e sottile crosta naturale. La tomme caprina dal colore avorio ha una pasta soffice e un gusto intenso ma anche delicato.

 

2) Mysticum+Bryggja Brewery Cosmic Ale & Chaource

DEGUSTAZIONE: anche in questo caso ingredienti atipici per una Ale che non vuol essere la solita “bionda”. Malti differenti, erbe che riprendono gli aromi erbacei del formaggio insieme ai luppoli belgi che danno il giusto amaro. La discreta carbonazione “ripulisce” poi dalla sensazione pannosa che rimane al palato dopo il meraviglioso Chaource.

 

Mysticum+Briggja Cosmic Ale (Belgian Ale, 4,7%)

Una folle black metal band Norvegese che con le sue innovazioni ha sconquassato la scena musicale e ispirato generazioni di band successive incontra un piccolo birrificio artigianale belga e il risultato è…assolutamente sorprendente!

Così nasce la linea Mysticum+Bryggja “Crypt of Beer”, di cui siamo onorati di presentarvi la fantastica Mysticum Cosmic Ale!

 

La Cosmic Ale è caratterizzata da un colore dorato, un aspetto leggermente opaco ed una schiuma perfetta.

Si tratta di una birra ad alta fermentazione, meravigliosamente fresca e ben bilanciata. L’aroma leggermente fruttato di albicocca è dato da una grande varietà di malti, erbe e luppoli belgi. Retrogusto amaro per un’ottima chiusura.

Chaource

Le sue origini sono antichissime: ne troviamo traccia ufficiale già nel XVI Secolo, come formaggio contadino della zona di Chaource (Champagne-Ardennes). Rimase di uso solo famigliare fino alla metà del XX secolo, quando era venduto quasi esclusivamente sul mercato di Troyes.

 

Il Chaource renderà felici gli amanti di formaggi a pasta morbida  e burrosa. La sua pasta è liscia ed omogenea e sprigiona aromi di funghi e panna, un sapore dolce nocciolato con una punta acida in fine bocca. Latte crudo vaccino per un formaggio di forma cilindrica dai 9 ai 12cm e di 6 cm di altezza, stagionato in cantina fresca e umida su legno e paglia per almeno 15 giorni e per massimo 2 mesi, per aumentare cremosità e intensità. Caratteristiche macchie rossicce sulla crosta. DOC dal 1970.

 

3) Brussels Beer Project Grosse Bertha & Vacherin Mont d’Or

DEGUSTAZIONE: la cremosità abbinata al caratteristico corpo delle birre di frumento. Tutte le peculiarità di una Weiss ma un tocco belga nel lievito (con una carbonazione importante)…e nella gradazione.

 

Brussels Beer Project Grosse Bertha (Belgian Hefeweizen, 7%)

Brussels Beer Project è un collettivo che intende diventare, attraverso la co-creazione, sempre più innovativo ed audace nel creare nuove birre e portare così aria fresca nella scena della birra artigianale belga.

 

In pochissimi anni le loro proposte si sono diffuse in tutta Europa e innumerevoli sono le birre prodotte in collaborazione con altri birrifici dalla mentalità innovativa.
Grosse Bertha ha superato nel 2014 le altre tre birre di frumento con le quali competeva per aggiudicarsi un posto tra le birre permanenti di Brussels Beer Project. Proveniente direttamente dalla Baviera e dal suo Oktoberfest, ha sedotto il sig. Tripel di Bruxelles con le sue curve ben arrotondate e calde – Prost!!

 

Vacherin Mont d’Or

La crema dei formaggi della Franche-Comté! E’ facilmente riconoscibile già dalla sua scatola in epicea (peccio/abete) e dalla sua crosta giallo arancio leggermente ondulata sulla quale si nasconde una schiuma biancastra. La sua pasta bianca è MOLTO cremosa. In bocca è delicatissimo, e si scioglie sprigionando sapori legnosi.

 

E’ apparso nel XIV secolo negli alpeggi degli altipiani del Jura. Viene fatto nelle “fruitières” del Mont d’Or, da latte crudo delle mucche Montbéliardes e Pie-rouge. La scatola d’epicea, oltre a dare dei sapori legnosi e balsamici, permette di facilitare il trasporto di questo formaggio molto delicato.

 

Lo si ritrovava sul tavolo del Re Luigi XV sotto il suo vecchio nome “Boette” (derivato di “boite”, cioè “scatola” in italiano). E’ un formaggio stagionale: la sua fabbricazione inizia il 15 Agosto e finisce il 15 Marzo. Si trova in vendita da Ottobre a Maggio. DOC dal 1981 e DOP dal 1996.

 

4) Alvinne Cuvée D’Erpigny & Comté

DEGUSTAZIONE: un formaggio di montagna stagionato dal gusto deciso ed intenso richiede una bevanda dallo stesso carattere. Un nuovo ceppo di lievito ha consentito di raggiungere un’alta gradazione per la Cuveé d’Erpigny e la stagionatura in botte ne ha rinforzato il gusto. Al palato esplosione di sapori: dal caramello al rovere, con un tocco di acido vinoso che aiuta (visto il formaggio).

 

Birre Alvinne a Torino con Tripel BAlvinne Cuvée D’Erpigny (Belgian Strong Ale – Barley Wine Barrel Aged, 12,2%)

Il Birrificio Alvinne in pochi anni ha attratto l’attenzione su di sé per qualità e ampiezza della loro proposta di birre.

 

Tutte le birre di Alvinne sono rifermentate in bottiglia, non filtrate, non pastorizzate e, particolarità rara nel panorama brassicolo, utilizzano il lievito “Morpheus Yeast”, introdotto nel 2010 da Marc DeKeukeleire, uno dei ragazzi della squadra di Alvinne, grazie a un’attenta ricerca durata anni sui terreni francesi, in Alvernia.

 

Dopo la fermentazione con il lievito esclusivo Morpheus, la birra viene affinata in grandi botti di Pedro Ximenez Sherry per un anno.

 

Una birra dall’aroma dolciastro di marzapane, alcol e banane. Al sapore si avvertono frutti maturi. Retrogusto dolce.

 

Comté (stagionato 18-24 mesi)

In questo caso non parliamo solo della crema, ma addirittura di un gioiello! Il Comté è il vero e proprio fiore all’occhiello dei formaggi della Franche-Comté.

 

Pasta giallo tenero con aromi di frutta secca. Col tempo dei piccoli cristalli si creano sul Comté:  è la “tyrosine”, segno di una stagionatura perfetta e riuscita.

 

Fa parte della famiglia dei Gruyères fabbricati nelle “fruitières”, dove ogni giorno si raccoglie il latte delle fattorie che circondano il massiccio del Jura. Servono 450 litri di latte principalmente di mucche di razza Montbéliarde o Simmental francese per fare una forma di Comté. Viene stagionato da un minimo di 6 mesi fino ai 36 mesi. Il lavoro consiste in cure regolari e soggiorni in cantine. DOP dal 1952.

 

**

Foto © Wikimedia Commons, © Het Nest, © Mysticum/Bryggja, © Brussels Beer Project, © Alvinne.

No Comments

Post a Comment